Vai al contenuto

Articolo su Piacenzamarce

Condividiamo e pubblichiamo l’articolo di Germano Meletti sulla terza edizione della “Camminata tra i Boschi di Fornio” apparso su Piacenzamarce (www.piacenzamarce.it) :

6 aprile 2013 — Fornio di Fidenza (Parma)

3ª CAMMINATA TRA I BOSCHI DI FORNIO

Org. Circolo Folkloristico Sportivo Fornio e Gruppo Marciatori Pubblica Assitenza Busseto

Piano piano stanno arrivando preparazione ed esperienza organizzativa, del resto mai clamorosamente mancate, ma questa edizione doveva essere quella che sanciva il decollo definitivo della Camminata tra i Boschi di Fornio. Terza edizione e terzo percorso diverso, questa volta forzatamente: nel 2011 un percorso “tanto per provarci”, nel 2012 un vistoso miglioramento, sopratutto dal punto di vista naturalistico, oggi invece nuova collocazione (da fine giugno ad inizio aprile) e percorso d’emergenza. Purtroppo è il cattivo tempo il responsabile del percorso d’emergenza, quello che dall’inizio dell’anno flagella la nostra zona, per fortuna oggi ci ha regalato una splendida giornata di primavera. A questo punto mano alla fantasia per modificare quello che era il percorso programmato e per la verità ne è uscito comunque qualcosa di gradevole, credo che, tutto sommato, la nostra vista ed il nostro amore per la natura abbiano comunque tratto la loro dose di giovamento senza nessun ridimensionamento provocato dalla forzata variazione.

Lavori in corso presso la sede del Circolo Folkloristico Sportivo di Fornio, anch’essi rinviati in continuazione a causa del perseverare della cattiva stagione; oggi dovevano già essere terminati, sono invece iniziati solo da una settimana. Questo ha provocato il repentino restringimento dell’area cortilizia destinata a ritrovo, ristori e servizi annessi all’organizzazione, anche se tutto lo spazio disponibile era più che sufficiente. Sempre il maltempo ha causato molto fango nell’area solitamente destinata al parcheggio, per cui le auto sono state disposte in tutto il centro del paese. Molte le facce nuove presenti oggi a Fornio, tante provenienti dal vicino capoluogo di Fidenza, probabilmente invogliati ad uscire, dopo molta “detenzione invernale”, spinti dalla bella soleggiata giornata. Si parte e ci si incammina sul percorso inedito proposto oggi. Ci si dirige verso la collina, le prime sono ancora lontane anche se la terra inizia a mostrare evidenti i primi lievi saliscendi. Un paio di brevi salite, non massacranti ma degne di tale nome, le avremmo incontrate nel percorso programmato, la modifica invece ci propone un unico percorso di circa 5,5 Km, da percorrersi una sola volta nella versione corta e due volte nella variante lunga. Lievissima l’ascesa, fino ad uscire dalla strada principale ed immetterci su piccole stradine, in parte asfaltate ma in buona parte ghiaiate, in ogni caso totalmente prive di fango. Qualche pozzanghera consistente ci costringe a camminare un po’ a zig zag, addirittura in un punto sul lato destro della stradina si è formato un rigagnolo di acqua limpida, formato da una sorgente, probabilmente di breve durata, stranamente collocata, la sua acqua limpida ci farà compagnia per circa 200 metri, alla fine dei quali ci “attraversa” la strada e si butta nel fossetto laterale. Proprio mentre siamo impegnati nello zigzagare tra le pozzanghere e l’ammirare l’improvvisato rigagnolo, un “ooooh!” di meraviglia emesso dal gruppetto di marciatori dietro a noi richiama la nostra attenzione. Il tempo di girarci e si mostrano tre caprioli con la loro elegante falcata, che dalla parte più bassa del nostro percorso si portano verso la collina con lunghi balzi, che sembrano ritmati in uno stupendo balletto, offerto per l’occasione a noi marciatori. Proseguiamo e ci riavviciniamo al centro di Fornio, anche se imbocchiamo la strada per Fidenza, che percorreremo per circa 1 Km, lungo il quale incontreremo il ristoro, superato il quale di poche centinaia di metri la strada ghiaiata del nuovo agriturismo ci avvicina ulteriormente all’arrivo. Circa 1 Km su questo tratto, poi nuovamente asfalto per coprire gli ultimi 700 – 800 metri. Ristoro finale e premiazioni vanno a concludere questa bella giornata di podismo, ulteriormente allietata da un bellissimo e tiepido sole, merce rara in questa prima parte di 2013. Record di partecipanti battuto, seppur di poco, ma quanto basta per far sorridere gli organizzatori che in conseguenza di ciò hanno già dato l’assenso per proseguire anche nel 2014. eravamo in 319, divisi in 12 gruppi premiati, per la seguente classifica: 1) Quadrifoglio Salsomaggiore con 49 iscritti, 2) AVIS CRI AIDO Sorbolo con 43, 3) Marciatori Parmensi con 39, 4) AVIS Cristo Parma con 31, 5) Casone Noceto con 28, 6) G.M. Pubblica Assistenza Busseto con 25, 7) Ali Blu di Montesalso di Varano de’ Melegari con 21.

 

Pagelle (voti da 4 a 10)

Percorsi: un unico percorso di circa 5,5 Km da coprirsi una sola volta per chi ha scelto il percorso breve, alternativa il percorrerlo due volte per sostituire il percorso lungo. Naturalmente soluzione d’emergenza per evitare il fango delle carraie e dei sentieri provocato dalle abbondanti piogge e nevicate abbattutesi sulla zona in questo primo scorcio del 2013. Nonostante l’emergenza ne è uscito un percorso assolutamente gradevole,  reso un po’ poetico dall’improvvisata sorgente, che con il suo zampillo ci ha regalato quel breve rigagnolo di acqua limpida proprio al nostro fianco sulla sede stradale, ma sopratutto dall’imprevista ed elegante apparizione e conseguente incontro ravvicinato con i tre caprioli incrociati. Voto 9,5

Servizi: consigli e disposizioni impartite agli amici di Fornio perfettamente rispettati. Nessun problema ha provocato il restringimento forzato (per lavori) dell’area cortilizia del Circolo Folkloristico Sportivo. E’ costata solo qualche passo in più la altrettanto forzata soppressione del parcheggio attiguo all’area del ritrovo. Per il resto tutto OK, a voler cercare il pelo nell’uovo possiamo dire che un paio di persone in più in altrettanti incroci, peraltro assolutamente poco trafficati, avrebbero provocato la “quadratura del cerchio”. Voto 9,5

Ristori: anche in questo caso tutto OK, con proposte nella norma. Per la verità un intoppo c’è stato, per fortuna quasi totalmente nascosto dalla calda giornata: un guasto alla cucina  a gas del circolo, riscontrato all’ultimo secondo, ha impedito di servire il thè caldo, offrendolo comunque freddo, ma, ripeto, quasi nessuno (per fortuna) se n’è accorto. Voto 8,5

Riconoscimento individuale: l’ormai tradizionale bottiglia di vino dell’azienda vitivinicola Pollorsi di Bacedasco Basso (PC) a 4 €, 2 € per i soli ristori; per tutti un panino con salume. Voto 8

Premiazioni gruppi : discreti pacchi alimentari per i gruppi premiati, per i primi tre altrettanti piccoli trofei in aggiunta. Voto 8,5

Germano Meletti

 

Annunci
non ci sono commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: